Scheda Press

Siddu arrinascissi

sabato 17 maggio 2014, Posted by Giuseppe Giacalone
10
I

Il progetto video:  "Siddu arrinascissi", uno degli inediti,  parte del progetto discografico di Marcello Mandreucci "Viva a musica" da lui scritto attinge alla tradizione, partendo dall’utilizzo del dialetto e di alcune sonorità autoctone, che si fonde ad un mondo sonoro pop e contemporaneo, grazie alla struttura musicale del brano ed al background dell’artista interprete. Ma anche alla partecipazione ed alla contaminazione stilistica e sonora della pop-rock band dei Tre Terzi, ospiti speciali del progetto (una delle più acclamate band mainstream siciliane ).  Il videoclip che si è in procinto di realizzare con la collaborazione della società Allunaggio e della TIZ produzioni declinerà appunto l’ispirazione del “passaporto universale” presente nel brano con la sovrapposizione di due linguaggi cinematografici, il primo “folk” e “bucolico”, come in fondo è l’anima della canzone ed il secondo “tecnologico” e “social” che asseconda la contaminazione musicale intrinseca al progetto, dando vita ad un linguaggio nuovo e originale che sarà appunto GLOCAL, cioè dall’unione del Globale con il Locale. Sarà realizzata una sorta di animazione high-tech in computer graphics utilizzando iPad e attori di varie nazionalità sovrapposta in post-produzione ad un girato “classico” ambientato nell’entroterra siciliano.

Dicono del brano: ...Un viaggio interiore, il brano più spirituale dell'artista dentro le emozioni ed il suono della lingua popolare. “Siddu arrinascissi”ci offre una suggestiva  riflessione sul tema del viaggio e dell'identità, come condizione dell'anima e metafora della vita.

Siddu arrinascìssi
testo e musica di marcello mandreucci

A terra mi pari ‘nfinita, 
virìlla tutta un’abbàsta na’ vita,
d’America n’finu a Cina
è puru un viaggiu pi’ na cartulina.

Sta palla chi gira e un si stanca mai
chiddi stanchi semu nuavutri
eppuru chini di uài
a storia a so’ tempu nu scrissi 
ca semu tutti parenti di Ulissi.

Siddu arrinascìssi  iu
girassi tuttu u’ munnu
assicutassi u’ suli tuttu l’annu e
addivintànnu  nivuru
mi cunfunnìssi all’Africa.

Dintra  na’ valìggia poi
arricugghìssi u’ ciàvuru e
tutti i  culùra pi’jurnati nivuri
e pi’ sti occhi granni
Occhi ca’ parranu suli
occhi mmiscàti di rabbia e d’amuri
ca  ppi’ mia sù musica.

E’ chistu chi duna sapuri a sta vita
viaggiari e’ comu agghiùnciri sali
capìri chi pensa un cristianu a Tahiti
o chi fannu nall’Africa Australi. 

Picchi’ a’ vita a capemu ca semu gia’ granni
e mancu tutti ci sapemu arrivari
ca unn’e’  m’purtanti campari centenni
ma e’ mègghiu sapilla allargari.

Siddu arrinascìssi iu........

A terra mi pari ‘nfinita, virilla tutta unn’abbasta na vita,
’america n’finu a cina e’ puru un viaggiu pi’ n’a cartulina.

IF I COULD BE BORN AGAIN
SIDDU ARRINASCISSI
testo inglese di Marcello Mandreucci

IF I COULD BE BORN AGAIN
I'LL WALK AROUND THE WORLD
AND FOLLOWING THE SUN
MY SKIN WOULD GET SO BROWN
JUST KEEPIN' ON THE RUN
I'LL LOVE TO MELT TO MOTHER AFRICA

IN MY SECRET SUITCASE I
WOULD CARRY A GENTLE TUNE
THE COLOURS OF THE SKY
FOR THE DARKEST DAYS
AND FOR YOUR DEEPEST EYES
THAT TRULY SPEAK FOR THEMSELVES
AND TENDERLY TRY TO GUESS

Richiesta Info

Copia questo Codice di Sicurezza qui sotto:  VHMPKPDIA8